Sottozona

Bardolino La Rocca,
 il vino di Bardolino, Castelnuovo,
 Garda, Lazise, Peschiera e Torri.

La Rocca

Bardolino La Rocca

La sottozona La Rocca comprende le porzioni dei territori comunali di Bardolino, Castelnuovo del Garda, Garda, Lazise, Peschiera del Garda e Torri del Benaco ricadenti all’interno della doc Bardolino.

Occupa la riviera gardesana e il suo primo entroterra, sulle colline moreniche più fini, vicine al lago, e su quelle medio-recenti, interne. È caratterizzata, a nord, dalla presenza del colle della Rocca e del monte Luppia. Secondo la classificazione descritta dal Perez nel 1900 corrisponde nella sostanza a quella che veniva chiamata la “Plaga Gardense”.

Bardolino La Rocca

Sul colle che dà nome alla sottozona sorgeva in epoca altomedievale il castello della Rocca di Garda, che diede il proprio nome all’intero lago, precedentemente chiamato Benaco.

“La Rocca – scrive don Albano Bussinello nel volumetto “Su la Rocca di Garda” - ha due cime: l’una, alta m. 294, pende quasi a picco sul lago, ed è detta Rocca vecchia; l’altra, più indietro, alta m. 309, circondata da pini e cinta da un muro, è detta l’Eremo”.

Bardolino La Rocca

Il riferimento alla Rocca è significativo sia come identificazione del perno territoriale dell’antico distretto di Bardolino, sia per la sua stretta correlazione con la storia vitivinicola locale, essendovisi insediato in epoca medievale il priorato di San Colombano, allora dipendente dall'abate di San Colombano di Bobbio, e successivamente, nel Seicento, l’eremo camaldolese di Monte San Giorgio, entrambi fondamentali nella diffusione della viticoltura.

La Rocca ricade nell’area di tutela paesaggistica chiamata "Rocca di Garda" e nel sito di importanza comunitaria denominato "Monte Baldo, Val dei Mulini, Senge di Marciaga, Rocca del Garda".

Bardolino

Sommacampagna

Vai alla sottozona

Leggi

Bardolino

La Rocca

Vai alla sottozona

Leggi

Bardolino

Montebaldo

Vai alla sottozona

Leggi