Geografia

Il territorio,dall’anfiteatro morenico
 del lago di Garda al monte Baldo.

Capitolo 2.1

Capitolo 2.1.1

L’area del Bardolino occupa il settore veneto dell’anfiteatro morenico del lago di Garda, formato dai ghiacciai che modellarono il bacino gardesano. Comprende per intero i comuni di Garda, Bardolino, Affi, Cavaion Veronese, Pastrengo, Lazise, Castelnuovo del Garda, e pro parte quello di Torri del Benaco, Costermano sul Garda, Caprino Veronese, Rivoli Veronese, Bussolengo, Sona, Peschiera del Garda, Sommacampagna, Valeggio sul Mincio.

A sud il confine corre lungo il cordone morenico più esterno e lo risale verso nord fino a entrare nella valle dell’Adige poco a ovest di Bussolengo. Da lì segue il corso del fiume sino a Canale di Rivoli Veronese e percorre l’alta scarpata rocciosa della vallata, piegando verso ovest all’altezza della frazione Vezzane di Caprino Veronese. Si mantiene poi entro le pendici del monte Baldo e scende verso il lago all’altezza di Torri del Benaco per proseguire verso sud lungo la sponda lacustre.

Capitolo 2.1.2

Il paesaggio morenico nel settore centro-meridionale è caratterizzato da una fitta serie di colline allungate, con modesti dislivelli, separate talora da piccole e strette valli o da piane ghiaiose. Le ondulazioni divengono più significative nel settore nord, nel quale esistono anche importanti affioramenti rocciosi, come la Rocca di Garda e il Monte Moscal.

Vi si sommano i depositi lasciati dalla lingua glaciale che scendeva lungo la valle dell’Adige e che ha generato l’anfiteatro morenico di Rivoli Veronese, compreso tra Affi e Caprino Veronese. In questa zona un’ampia piana fluvioglaciale separa i due apparati morenici, oltre a delimitare le pendici dei primi versanti del monte Baldo.

Vai al capitolo successivo

I suoli

Capitolo 2.2

Leggi

Bardolino

Sommacampagna

Vai alla sottozona

Leggi

Bardolino

La Rocca

Vai alla sottozona

Leggi

Bardolino

Montebaldo

Vai alla sottozona

Leggi