HomeChiaretto, Rassegna stampa • 16 dic 14

La rivoluzione del Chiaretto su Slowine

slowine_400Con un intervento di Maria Grazia Melegari, Slowine, il sito di Slow Food dedicato al vino, racconta la “rosé revolution” intrapresa dai produttori del Bardolino Chiaretto con l’annata 2014. Sintetico ed eloquente il titolo dell’articolo: “Chiaretto Rosé Revolution“. “Già, la difficile vendemmia 2014 – si legge – ha dato una vera e propria spinta alla Chiaretto Rosè Revolution, avvicinando il clima mediterraneo dell’area gardesana a un clima ben più nordico. Il risultato? Un Chiaretto che si avvicina più alla fisionomia di un vino bianco prodotto da uve rosse che a un rosato di stampo mediterraneo, ottenuto, quest’anno da uve un po’ meno mature, con macerazioni molto brevi e a basse temperature”.
Maria Grazia Melegari continua raccontando le impressioni sulla ve”La ventina di campioni assaggiati – ancora torbidi, con acidità elevate, in gran parte tratti da partite che verranno poi diversamente assemblate – ci è sembrata marcare molto bene le caratteristiche del nuovo Chiaretto: un vino che già a partire dal colore mai troppo carico (ricorda la polpa del litchi) vuole proporsi con delicata freschezza. All’olfatto prevalgono le note agrumate (di pompelmo, di cedro) e delicatamente floreali, tipiche della corvina raccolta non eccessivamente matura. Sembra ancora un po’ presto per valutare pienamente l’impatto gustativo, ma senza dubbio questo nuovo Chiaretto non mancherà di sapidità e freschezza, mostrando anche una gradazione alcolica contenuta e una golosa piacevolezza di beva

Tags: , ,

facebook twitter Pin It

Scroll to top