HomeRassegna stampa • 1 ago 13

Il Bardolino “uno e trino” su Winesurf

Immagine 4Il web magazine Winsesurf dedica un ampio articolo al Bardolino, al Chiaretto e al Chiaretto Spumante, con i risultati di una degustazione condotta da Alessandro Bosticco e Giampaolo Giacomelli. Titolo dell’articolo: “Bardolino, uno e trino?
“Dovendo sintetizzare un’impressione generale che riguardi le tre tipologie (rosso, rosato e spumante) – scrivono gli autori – si ha l’impressione di trovarsi a mezza strada. La produzione “storica” della zona, di qualità non certo alta e basata anzitutto su un basso prezzo per vendere notevoli volumi ottenuti da rese alte, sembra in via di cambiamento verso un quadro qualitativamente migliore, dove i vini discutibili sono ridotti davvero al minimo. La definizione di uno stile condiviso per ognuna delle tre tipologie, tuttavia, ci sembra ancora latitante pur a fronte di un costo medio finale che rimane contenuto”.
Di seguito, il parere di sintesi sulle tre tipologie della doc.
Bardolino Chiaretto Spumante: “La strada appare ancora in salita, l’ esigenza commerciale di proporre una tipologia di vino molto di moda sulle coste del Lago di Garda non è ancora stata seguita da un’evoluzione qualitativa adeguata. Troppe cantine affidano a terzi le basi da spumantizzare, a testimonianza del fatto che tradizione ed esperienza spumantistiche sono ancora da venire”.
Bardolino Chiaretto: “Tra le tre tipologie assaggiate è quella che soffre più la variabilità stilistica con colori ancora non ben delineati e palati variabili: certi campioni si sono rivelati estremamente secchi, salati e minerali, altri particolarmente morbidi, quasi dolci. Queste difformità tuttavia non riguardano la qualità media, e possiamo dire di aver assaggiato una pattuglia di Chiaretto molto buoni”.
Bardolino: “La divisione tra il semplice Bardolino e il Classico non ha mostrato relazione con il livello qualitativo, ma solo con il profilo stilistico: vini più di potenza i primi e più eleganti i secondi. Nel complesso questa tipologia ci è sembrata una solida realtà. Da segnalare in negativo la tendenza ad “amaroneggiare” o “ripassare” di qualche produttore: con questo tipo di vinificazioni si perde molto in identità”.

Tags: , ,

facebook twitter Pin It

Scroll to top