HomeEventi • 18 mag 15

Il 20 maggio il Chiaretto nei vicoli di Napoli

capalice_400Jazz e Chiaretto: è questo il menù di “Storie di vini e vigne”, l’appuntamento in programma mercoledì 20 maggio a Napoli. Di scena il jazz di Daniele Sepe, il cibo di strada dei vicoli napoletani e alcuni dei migliori rosé italiani, in una serata che vede nuovamente affiancarsi, dopo la riuscita abbinata dell’Anteprima di marzo a Lazise, il Bardolino Chiaretto e il Rosato del Salento, proposti rispettivamente dal Consorzio di tutela del Bardolino e dall’associazione deGusto Salento. Sede dell’iniziativa all’insegna del vino in rosa è l’enoteca e ristorante Cap’Alice.
I calici di Chiaretto e di Rosato accompagneranno la musica di Daniele Sepe, sassofonista e compositore, artista eclettico, tra i migliori del panorama jazz italiano. Tra i suoi album più recenti c’è “In vino veritas”, un disco che – dice il musicista – “attraversa le più diverse condizioni in cui l’uomo comune si confronta con il bisogno primario più essenziale, alimentarsi e bere”. Numerosi gli ospiti dell’album: “Le voci di Floriana Cangiano, Enzo Gragnaniello, il rapper Paolo Romano “Shaone”, lo straordinario romeno Florin Barbu, il bluesman Mario Insenga, napoletano di New Orleans, e tanti altri avvinazzati comprimari ci rendono meno pesante l’atmosfera da acqua minerale di questi anni. Per riprendersi il vino e le rose”, come si legge sul sito di Daniele Sepe.
Il Bardolino Chiaretto in degustazione sarà quello proposto da un gruppo di produttori composto da Costadoro, Le Fraghe, F.lli Zeni, Le Vigne di San Pietro, Benazzoli, Raval, Le Tende, Cantina Castelnuovo del Garda, Vigneti Villabella, Tenuta La Presa, Le Ginestre e Monte Oliveto.

Tags: ,

facebook twitter Pin It

Scroll to top